CENTRO NAZIONALE ACCERTAMENTO INFRAZIONI (C.N.A.I)

In data 14 aprile 2010, si e' svolto presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza l'esame congiunto relativamente alla bozza di decreto concernente l'istituzione del Centro Nazionale Accertamento Infrazioni (CNAI). All’incontro ha partecipato in rappresentanza del Dipartimento il Direttore del Servizio Polizia Stradale, dr. Roberto Sgalla e il Direttore dell'Ufficio Relazioni Sindacali, dr. Alberto Pazzanese. La delegazione della Consap, composta da Innocenzi, Frasca e Pica, in apertura dei lavori ha sollevato una questione pregiudiziale, stigmatizzando i trasferimenti di personale disposti qualche giorno fa dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza per il non ancora costituito Centro Nazionale Accertamento Infrazioni. Una decisione grave ed assolutamente inaccettabile che evidenzia la scarsa considerazione del Ministero per le valutazioni delle organizzazioni sindacali. Alla protesta della Consap si sono successivamente accodate tutte le rappresentanze sindacali. La grave “disattenzione” è stata riconosciuta dal Vice Pref. Pazzanese e dal Direttore Sgalla. Solo dopo il predetto chiarimento la discussione è stata incentrata nel merito della bozza di decreto istitutivo. Il Direttore del Servizio Polizia Stradale ha quindi illustrato le linee guida dell’istituendo CNAI, destinato a gestire i provvedimenti contravvenzionali provenienti dai tutor situati su tutto il territorio nazionale nonche' le contravvenzioni successive derivanti dalla mancata comunicazione del conducente autore dell'infrazione da parte dell'intestatario del mezzo multato. Una mole di lavoro enorme, ammonante a circa 800.000 accertamenti, comprese le relative notifiche ed eventuali contenziosi. Il CNAI avra' sede a Settebagni, alle dipendenze del servizio Polizia Stradale e sara' gestito - dal punto di vista amministrativo-contabile - dalla Sezione della Polizia Stradale di Roma. Il costituendo Ufficio provvedera' anche all'amministrazione contabile del conto corrente unico nazionale, relativo ai pagamenti delle sanzioni amministrative connesse ad infrazioni accertate dagli Uffici della Polizia Stradale. L’attività di notificazione relativa alle infrazioni rilevate dai tutor sara' gestita da personale dell'Ente Poste, con un notevole sgravio per il personale della Polizia Stradale.